Home » Appalti e contratti, News » I nuovi criteri ambientali per l’illuminazione pubblica Appalti e contratti News

I nuovi criteri ambientali per l’illuminazione pubblica

05/10/2017 | moltocomuni |

Condividi questo articolo:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

Il Ministero dell’Ambiente, con un comunicato del 3 ottobre u.s., rende nota l’adozione di un nuovo decreto ministeriale che definisce i nuovi “obiettivi di sostenibilità” per lampade, luci a Led, gruppi ottici e progettazione impianti.

Il decreto affronta principalmente tre ambiti:

  • l’innalzamento delle prestazioni richieste in tema di efficienza energetica, durata e affidabilità degli impianti;
  • l’inquinamento luminoso;
  • gli aspetti sociali connessi agli appalti pubblici.

Le modifiche ai CAM riguardano l’efficienza energetica, la durabilità e il tasso di guasto di tutti i corpi illuminanti, ma anche le prestazioni degli apparati attraverso l’aggiornamento di due indici.  Le prestazioni richieste sono differenziate a seconda delle aree da illuminare, per adattarsi a ogni tipo di esigenza.

Entro fine anno sarà resa disponibile la scheda che aggiorna i Criteri del servizio di gestione degli impianti di illuminazione pubblica, con l’obiettivo di migliorare gli aspetti gestionali, fare una migliore manutenzione e gestione degli apparati dismessi attraverso un loro recupero, in un maggiore coordinamento con le altre attività di manutenzione e gestione delle aree urbane.

 

I nuovi criteri ambientali per l’illuminazione pubblica ultima modidfica: 2017-10-05T22:39:04+00:00 da moltocomuni

tags

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condividi questo articolo:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Moltocomuni