Home » Appalti e contratti » Sulla motivazione dell’affidamento diretto di servizi sotto i 40.000 euro Appalti e contratti

Sulla motivazione dell’affidamento diretto di servizi sotto i 40.000 euro

19/09/2018 | Simonetta Fabris |

Fino all’importo di 40 mila euro – ferma restando la cornice dei principi generali – il legislatore ha ritagliato una specifica disciplina che il Consiglio di Stato ha ritenuto come micro-sistema esaustivo ed autosufficiente che non necessita di particolari formalità e sulla quale i principi generali, richiamati dall’articolo 36, comma 2, lett. a) non determinano particolari limiti.

In tali casi non si pone neppure il problema di coniugare l’affidamento diretto con l’esigenza di una adeguata motivazione.


Contenuto riservato

Il contenuto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
o .


Sulla motivazione dell’affidamento diretto di servizi sotto i 40.000 euro ultima modidfica: 2018-09-19T17:55:12+00:00 da Simonetta Fabris

tags

Stampa articolo
Moltocomuni