Home » Polizia locale e sicurezza » Il rilascio dei certificati medici in materia di armi Polizia locale e sicurezza

Il rilascio dei certificati medici in materia di armi

Il rilascio delle certificazioni di idoneità alla detenzione e al porto d’armi da parte dei medici militari e della Polizia di Stato ha costituito oggetto di frequenti mutamenti di indirizzo sulla base dei pronunciamenti degli organi di giustizia amministrativa. Il nodo interpretativo riguarda, da un lato, la possibilità o meno dei medici di rilasciare le certificazioni de qua al di fuori delle strutture sanitarie dalle quali dipendono e, dall’altro, la destinazione e la portata dell’esercizio del potere certificatorio espletato all’interno di dette strutture sanitarie.

Alla descritta problematica si accompagna, peraltro, la questione concernente la possibilità o meno, per i medici, di rilasciare dette certificazioni non solo in servizio ma anche in quiescenza.

Il piano normativo – In origine, la disciplina di settore (DM Sanità del 14 settembre 1994) consentiva di ritenere validi i certificati forniti dai singoli sanitari anche al di fuori delle strutture sanitarie di appartenenza: il certificato poteva essere rilasciato da “strutture sanitarie militari o della Polizia di Stato o da singoli medici del ruolo professionale dei sanitari della Polizia di Stato o da medici militari in servizio permanente e in attività di servizio”.


Contenuto riservato

Il contenuto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
o .


Il rilascio dei certificati medici in materia di armi ultima modidfica: 2018-10-12T13:42:44+00:00 da Carlo Pasquariello

tags

Stampa articolo

Carlo Pasquariello

Rubrica: Polizia locale e Sicurezza Carlo Pasquariello è Primo Dirigente della Polizia di Stato. Ha conseguito la Laurea con lode in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Salerno, ove ha svolto attività di collaborazione didattica è stato cultore di diritto penale, criminologia e diritto penale dell’economia. Ha conseguito la Laurea Specialistica con lode in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni presso l'Università degli Studi di Catania e la Specializzazione con lode in diritto e procedura penale presso l’Università degli Studi di Napoli ed è stato borsista presso l’Institut für die gesamten Rechtswissenschaften di Monaco di Baviera. E’ autore di una monografia dal titolo “I confini penalistici della bioetica” e di numerosi saggi ed articoli pubblicati su riviste giuridiche e lavori collettanei.

non ci sono news per ora
Moltocomuni