Home » Urbanistica e edilizia » Perequazione urbanistica: attiene a principi radicati nell’ordinamento Urbanistica e edilizia

Perequazione urbanistica: attiene a principi radicati nell’ordinamento

18/07/2017 | Giuseppe Panassidi |

Condividi questo articolo:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone

La cosiddetta “perequazione urbanistica”, secondo la quale i comuni possono acquisire una congrua percentuale dell’aumento di valore dei terreni generato dei piani urbanistici, tutte le volte che una variante consenta una loro utilizzazione più proficua, è legittima e non necessita di una specifica copertura legislativa in quanto attiene a principi radicati nel nostro ordinamento.


Lock_iconContenuto riservato agli utenti registrati.
Inserisci le tue credenziali per accedere ai contenuti protetti o crea un account.

Perequazione urbanistica: attiene a principi radicati nell’ordinamento ultima modidfica: 2017-07-18T17:57:58+00:00 da Giuseppe Panassidi

tags

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condividi questo articolo:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone
Moltocomuni