A seguito della sospensione dell’operatività dell’Albo dei commissari di gara fino al 31 dicembre 2020 e al comunicato sulla stessa del 15 luglio u.s., con ulteriore comunicato del Presidente del 20 settembre 2019, l’Autorità nazionale anticorruzione, fornisce alcune informazioni utili a chi si è iscritto all’Albo:

  • le tariffe di iscrizione all’Albo dei commissari di gara versate nel 2018 e 2019 saranno considerate valide anche per il 2021;
  • saranno considerate valide anche le iscrizioni dei dipendenti pubblici per la funzione di componente la commissione giudicatrice della stazione appaltante di appartenenza;
  • l’eventuale restituzione di quanto pagato può essere richiesta con una istanza di rimborso secondo le indicazioni fornite nel comunicato;
  • i versamenti effettuati dopo il 15 luglio 2019 (data di sospensione dell’Albo) non sono considerati validi ai fini dell’iscrizione e saranno restituiti a seguito di istanza di rimborso;
  • la restituzione della quota versata determinerà la cancellazione dell’iscritto dall’Albo dei commissari di gara.

Comunicato del Presidente del 20 settembre 2019

Comunicato del Presidente del 15 luglio 2019


Stampa articolo