- Moltocomuni - https://www.moltocomuni.it -

Il Portale unico per la pubblicità delle gare e dei programmi di lavori, beni e servizi del MIT

Per realizzare il Sistema a rete MIT – Regioni e Province autonome, è operativo, dal 1° luglio, il Portale unico per la pubblicità delle gare e dei programmi di lavori, beni e servizi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti [1], anche denominato “Piattaforma informatica del Servizio Contratti Pubblici (SCP) [2]”.

Questa nuova “unica piattaforma a livello nazionale della trasparenza e pubblicità delle procedure di gara e della programmazione”, realizza una cooperazione applicativa tra il sistema nazionale e i sistemi regionali.

Il Sistema a rete consentirà, in particolare, di:

– semplificare l’attività delle stazioni appaltanti relativamente agli obblighi informativi previsti dal Codice dei contratti pubblici [3];

– facilitare l’accesso ai dati relativi ai bandi, avvisi ed esiti di gara, nonché alla programmazione di lavori, beni e servizi delle amministrazioni, assicurandone la massima trasparenza;

– rendere più efficaci gli strumenti di analisi e di valutazione delle politiche pubbliche sugli investimenti.

Dal 1° luglio 2019, gli obblighi di pubblicità di cui al comma 2 dell’articolo 29 ed al comma 7 dell’articolo 21 del Codice dei contratti pubblici [3] dovrebbero venire assolti utilizzando le nuove modalità rese disponibili dal Sistema a rete MIT (SCP) – Regioni/Province autonome (fermo restando che, la data di attivazione della cooperazione applicativa di ciascun sistema regionale sarà resa nota tramite appositi comunicati degli Osservatori regionali. Nelle more dell’attivazione e sino a diversa comunicazione, gli obblighi di pubblicità si intenderanno assolti tramite il Servizio Contratti Pubblici ovvero tramite il sistema regionale indicizzato).

Sempre da questa data:

Il Sistema a rete MIT (SCP) – Sistemi regionali garantirà pertanto:

– la pubblicità di avvisi, bandi ed esiti di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (ex artt. 29 e 73 del Codice dei contratti pubblici [3]e Decreto MIT del 2 dicembre 2016 [5]);

– la pubblicità dei programmi biennali di acquisti di beni e servizi e dei programmi triennali dei lavori pubblici, nonché dei relativi aggiornamenti annuali (ex art. 21 del Codice dei contratti pubblici [3] e Decreto MIT-MEF del 16 gennaio 2018, n. 14 [6]);

– la rilevazione e la pubblicazione dell’elenco anagrafe delle opere incompiute (ex Decreto MIT del 13 marzo 2013, n. 42 [7]).

Il Portale unico per la pubblicità delle gare e dei programmi di lavori, beni e servizi del MIT ultima modidfica: 2019-07-07T19:38:56+02:00 da Stefania Fabris