Home » Rubriche » Sulla cogenza applicativa della c.d clausola sociale Appalti e contratti

Sulla cogenza applicativa della c.d clausola sociale

15/07/2019 | Simonetta Fabris |

La «stabilità occupazionale», che è sicuramente un obiettivo normativo importante e un valore ordinamentale, deve essere «promossa» e non rigidamente imposta e comunque deve essere armonizzata con i principi europei della libera concorrenza e della libertà d’impresa, così da escludere un rigido obbligo di garanzia necessaria della stabilità, pur in presenza di variato ambito oggettivo del servizio a gara.

La clausola sociale riveste portata cogente solo nel senso che l’offerente non può ridurre a suo piacimento il numero di unità da impiegare nell’appalto, senza che tale clausola comporti anche l’obbligo per l’impresa aggiudicataria di assumere a tempo indeterminato ed in forma automatica e generalizzata tutto il personale già utilizzato dalla precedente impresa affidataria del servizio


Contenuto riservato

Il contenuto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
o .


Sulla cogenza applicativa della c.d clausola sociale ultima modidfica: 2019-07-15T20:27:47+02:00 da Simonetta Fabris

© Riproduzione riservata

Stampa articolo