Home » Rubriche » Sui limiti al “divieto” di avvalimento contenuto negli atti di gara Appalti e contratti

Sui limiti al “divieto” di avvalimento contenuto negli atti di gara

10/01/2018 | Simonetta Fabris |

La lex specialis può prevedere, a norma dell’art. 89 del Codice, che taluni compiti “essenziali” siano “direttamente svolti” dall’appaltatore o da un singolo partecipante all’ATI riferendosi al momento dell’esecuzione del contratto e non alla fase pubblicistica di selezione dell’aggiudicatario, nella quale il diritto di qualificarsi mediante avvalimento non tollera ulteriori compressioni.


Contenuto riservato

Il contenuto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
o .


Sui limiti al “divieto” di avvalimento contenuto negli atti di gara ultima modidfica: 2018-01-10T18:54:18+02:00 da Simonetta Fabris

© Riproduzione riservata

Stampa articolo