Descrizione

L'applicazione alle diverse prestazioni agevolate dell’ISEE “minori”, ISEE “socio-sanitario, ISEE “residenze”. L’ISEE corrente.


Uno degli aspetti principali dell'ISEE “targato” DPCM 159/13 è rappresentato dalla differenziazione degli indicatori. Accanto a quello base, sono stati introdotti indicatori di tipo “prestazionale” da utilizzare in casi specifici: l'ISEE “minori” per prestazioni destinate a minorenni, l'ISEE “socio- sanitario” per prestazioni destinate a disabili e anziani non autosufficienti, l'ISEE “socio-sanitario residenze” per prestazioni socio-sanitarie di tipo residenziale.

Il corso, con riferimento al quadro normativo attuale, si propone di analizzare in particolare questi indicatori e la loro applicazione alle diverse tipologie di prestazioni locali e nazionali, con ricorso a frequenti esemplificazioni.

Si tratteranno inoltre i casi di utilizzo dell’ISEE “Corrente”, modalità di calcolo, validità e altre specificità di un indicatore destinato ad essere richiesto con sempre maggiore frequenza in periodi di flessibilità nel mercato del lavoro e di incertezza nelle attività economiche, quale quello che stiamo attraversando.


Verrà utilizzata la piattaforma Zoom. Sarà inviato ad ogni partecipante un link, con le credenziali di accesso e sintetiche istruzioni per partecipare all’evento in diretta streaming.


Verrà richiesto l'accreditamento all'Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto (previsti fino a 3 CF per assistenti sociali iscritti al CROAS del Veneto)

Leggi a versione completa del programma con le condizioni di partecipazione

Gli elementi e le regole di calcolo dell’ISEE ordinario, secondo il DPCM 159/13 e s.m.i.: nucleo famigliare, redditi, patrimoni.. La composizione del nucleo famigliare diviene “variabile”, in relazione alla tipologia di prestazione agevolata richiesta. Principi generali, casi particolari di determinazione del nucleo dopo le modifiche apportare dal DL 4/19 (nucleo anagrafico, il soggetto a carico a fini IRPEF, convivenza anagrafica, trattamento dei coniugi, effetti di separazione e divorzio, trattamento dei cittadini stranieri, degli AIRE, ecc..), effetti sulla scala di equivalenza. Variazioni del nucleo famigliare ed effetti sulle attestazioni in corso di validità.

L’ISEE “minori”: la composizione del nucleo famigliare nei diversi casi che riguardano prestazioni destinate a minorenni. I genitori coniugati, separati, divorziati, il trattamento dei genitori non conviventi, casi particolari. Il calcolo della componente aggiuntiva (valutazione redditi e patrimoni del 2° genitore). Prestazioni agevolate soggette all’indicatore in ambito educativo, di istruzione, sociale, ecc…

L’ISEE “socio-sanitario”: le due opzioni consentite di determinazione del nucleo famigliare per valutare le richieste di accesso alle prestazioni destinate ad anziani non autosufficienti e disabili. Il nucleo ristretto: composizione e valutazioni di convenienza. Prestazioni e Servizi cui applicare questo indicatore in ambito sociale e socio-sanitario. Il caso di ISEE uguale a zero.

L’ISEE “residenze” per prestazioni socio-sanitarie in ambito residenziale. L’ampliamento del nucleo famigliare ai figli non conviventi: il calcolo della componente aggiuntiva (valutazione dei redditi e patrimoni dei figli). Il tema dell’estraneità in termini di rapporti affettivi ed economici rispetto al genitore non convivente (ISEE minori) e del figlio (ISEE “residenze”): condizioni, modalità, soggetti abilitati al rilascio e problemi connessi. L’accertamento di attestazioni incomplete: conseguenze. Importanza del ruolo dei controlli. Le annotazioni contenenti difformità e omissioni riportate dall’INPS nell’attestazione ISEE: come comportarsi rispetto al richiedente la prestazione.

L’ISEE corrente. L’efficacia e gli aspetti critici di un indicatore, il cui spazio di utilizzo è stato decisamente ampliato con le modifiche adottate nell’ultimo biennio, da ultimo col recentissimo DM 5/7/2021, e che assume particolare importanza in periodi di emergenza sanitaria ed economica.

 

Question time – Al termine dell’intervento del docente uno spazio è riservato alle domande, che potranno essere inviate anche via chat, prima, durante e dopo il webinar.

Amministratori, segretari comunali, dirigenti, responsabili dei servizi, assistenti sociali e operatori dei servizi sociali, culturali e di istruzione di regioni, province e comuni, IPAB e altri enti pubblici, operatori degli ETS.

Massimo TERENZIANI, dirigente del Settore Politiche Sociali, Sanitarie e per l’Integrazione del Comune di Modena, formatore in corsi rivolti ai dipendenti degli Enti locali su temi a prevalente contenuto giuridico-economico- amministrativo applicati ai servizi alla persona di tipo socio- educativo. Autore di diverse pubblicazioni su tematiche inerenti i servizi socio-educativi.

L’organizzazione si riserva la scelta del nominativo del docente o la sua sostituzione con altro con analoghe competenze professionali.

A partire da 70€

+ IVA (se dovuta)

  • Comuni fino a 8.000 ab.: 70 €
  • Comuni con oltre 8.000 ab. ed altri enti: 90 €
  • Privati: 100 €, oltre IVA
  • Per assistenti sociali (non avviati alla formazione da enti pubblici) iscritti all’Ordine del Veneto: 50€, oltre IVA
  • Sconto del 10% dal 4° partecipante dello stesso Ente
  • Preventivi personalizzati per iscrizioni di più di 5 partecipanti dello stesso Ente o studio professionale

Oltre IVA al 22% per i privati. Per le PA: Iva esente, solo bollo virtuale di 2 € per fatture di importo superiore a 77,47 €.

La quota di partecipazione comprende il materiale didattico (in formato elettronico) e il rilascio dell'attestato di partecipazione (in formato elettronico).

Al termine del corso è prevista la verifica del gradimento.

formazione@moltocomuni.it
Tel: 045 2596578
Cell: +39 334 6052253