Home » Rubriche » Il rischio di data breach nell’ambito della gestione di un rapporto di lavoro Amministrazione digitale e privacy Gestione del personale

Il rischio di data breach nell’ambito della gestione di un rapporto di lavoro

04/10/2019 | La redazione |

1. Ipotesi di data breach

Il Regolamento Europeo della privacy 2016/679 (c.d. GDPR), tra i vari istituti giuridici, delinea il “data breach”, definito come “la violazione di sicurezza che comporta accidentalmente o in modo illecito la distruzione, la perdita, la modifica, la divulgazione non autorizzata o l’accesso ai dati personali trasmessi, conservati o comunque trattati” (1); il GDPR dettaglia l’iter della notifica al Garante della Privacy e della comunicazione all’interessato (2).

Quando si sente parlare di data breach si tende a ricondurre l’ipotesi alle violazioni dei dati poste in essere intenzionalmente (ad es. l’accesso o l’acquisizione dei dati da parte di terzi non autorizzati; attacchi esterni, virus, malware; il furto di dispositivi informatici contenenti dati personali; la deliberata alterazione di dati personali), o in modo del tutto accidentale e incontrollabile (perdita di dispositivi informatici, perdita o distruzione di dati personali a causa di incidenti, eventi avversi, incendi o altre calamità), sottovalutando il rischio che esso possa configurarsi persino nella gestione ordinaria di un rapporto di lavoro nella P.A.: pensiamo al caso di mutamento di mansioni di un dipendente (ad es. per mobilità interna, progressioni, riorganizzazione); di trasmissione di dati personali ad un settore o un ufficio diverso dall’effettivo destinatario; al dipendente che utilizza le credenziali di un collega, con la complicità o all’insaputa di questi; persino al caso in cui ci sia un errore di profilazione del dipendente, abilitato a gestire procedure non rientranti nel suo ambito di competenza.


Contenuto riservato

Il contenuto di questo articolo è riservato agli utenti registrati.
o .


Il rischio di data breach nell’ambito della gestione di un rapporto di lavoro ultima modidfica: 2019-10-04T13:36:43+02:00 da La redazione

© Riproduzione riservata

Stampa articolo